Cyberbullismo in adolescenza: è emergenza

cyberbullismo

L’adolescenza è uno dei periodi di passaggio più controversi nel ciclo di vita di ognuno di noi. In essa, infatti, i ragazzi si trovano a dover riorganizzare il proprio sè attraverso crisi evolutive che poggiano su personalità ancora in via di sviluppo. I compiti di sviluppo e le difficoltà di ognuno di loro sono infatti pervasivi e consistono:

—- Timore di essere diverso dagli altri

– —Maturazione puberale (insoddisfazione nei confronti del proprio corpo, incontro con l’altro sesso)

– —Bisogno di conquista di autonomia intellettuale

– —Bisogno di un gruppo nel quale identificarsi e con il quale confrontarsi

—- Ricerca di un’identità coerente

Tutto questo all’interno di una società che spesso non aiuta il giovane, anzi lo debilita, a volte lo schiaccia e lo rende passivo di fronte al mondo. Il compito dei genitori è senz’altro fare in modo che il proprio figlio sviluppi un’identità solida, ricca e aperta; che sappia fare le cose, abbia conoscenze ampie e ricchezza di interessi, sappia comunicare con facilità e abbia rapporti affettivi stabili; e anche far sì che elabori un’idea di sé realistica, dinamica e ottimistica, accompagnata da una fiducia di base nei propri mezzi e nel possibile aiuto degli altri.

—Ma nella società di oggi non solo genitori e i compagni a incidere sulla vita dell’adolescente, ma anche i mezzi di comunicazione hanno un ruolo assolutamente fondamentale. Internet al giorno d’oggi ha più funzioni, quali:

– permette di rimanere in contatto con gli amici

– soddisfa il bisogno di definirsi come individui

Passando attraverso la rete l’adolescente costruisce l’identità, si pone obiettivi e li integra con quelli stabiliti da genitori e società. 

Ma ciò di cui si deve tenere assolutamente in considerazione è che, come dice Baudrillard, “con il virtuale non ci si confronta, nel virtuale ci si immerge, ci si tuffa dentro lo schermo” e che tutto ciò che è virtuale esiste in potenza (virtus) ma non di fatto (De Mauro, 2000). Ed è proprio questo che rende internet tanto importante per l’adolescente quanto pericoloso.

Social network come Facebook e Ask.fm, Twitter, MySpace sono un prolungamento delle amicizie e della vita relazionale reale; curare il proprio profilo è spesso un modo per gestire la propria identità, ma i rischi sono elevati. A metà del 2013 vari quotidiani internazionali hanno posto l’attenzione sul problema del cyberbullismo; essere così esposti dà adito non solo alla possibilità di essere “bullizzati”, ma soprattutto di esserlo davanti agli occhi di centinaia di persone, di altri adolescenti, più o meno conosciuti. Qualche generazione fa qualsiasi forma di prevaricazione, nonostante dannosa, rimaneva comunque confinata alle poche persone che assistevano; ora la visibilità è assoluta. Il “tutti sanno” diventa distruttivo per un adolescente che sta faticosamente creandosi una propria identità e stima di sè nel mondo. E se questa stima viene scalfita da centinaia di occhi virtuali può diventare un serio problema e portare addirittura a comportamenti suicidari.

 

Dati sul cyberbullismo

Secondo un gruppo di ricercatori dell’Università di Montreal, il cyberbullismo sta diventando un’emergenza: da una loro ricerca, risulta che ne è vittima 1 adolescente su 5. La situazione non migliora se ci avviciniamo all’Europa: secondo Eurispes e Telefono Azzurro un ragazzo su 4 ha trovato online pettegolezzi, falsità o fotografie che lo hanno imbarazzato. Con ripercussioni, in molti casi, su vita sociale, prestazioni scolastiche e umore. Alcuni, non trovando altre soluzioni o conforto tra gli amici o gli adulti fidati, arrivano a togliersi la vita. L’associazione ‘Stop al bullismo’ conferma che il 60% degli studenti italiani tra gli 11 e i 14 anni ritiene che per un bullo sia più facile attaccare attraverso web o social network. La Rete è, infatti, un ambiente in cui i giovani si muovono liberamente, esponendosi anche a rischi. Marco Innamorati, psicologo e docente presso l’università europea di Roma, nel corso del convegno di due giorni organizzato presso l’ospedale Sant’Andrea di Roma, in occasione della giornata mondiale sul suicidio ci parla dell’abbassamento dell’età di vittime e bulli, dato l’accesso sempre più precoce agli strumenti digitali.

“Le ferite del cyberbullying sono terribilmente profonde e dolorose in questo mondo digitale che noi adulti crediamo solo virtuale- afferma Serena Valorzi, psicologa e psicoterapeuta- ma che è del tutto reale per i nostri ragazzi, che siano vittime, persecutori o osservatori partecipanti”.  (Fonte Dire- Notiziario Minori 2014).

 

56 thoughts on “Cyberbullismo in adolescenza: è emergenza

  1. Pingback: cialis pill
  2. Pingback: cialis pill
  3. Pingback: Viagra brand
  4. Pingback: viagra for sale
  5. Pingback: cialis canada
  6. Pingback: naltrzone online
  7. Pingback: cheap cialis
  8. Pingback: cost of cialis
  9. Pingback: viagra 100mg
  10. Pingback: viagra for sale
  11. Pingback: buy amoxicillin
  12. Pingback: cvs pharmacy
  13. Pingback: cvs pharmacy
  14. Pingback: cialis generic
  15. Pingback: Get cialis
  16. Pingback: levitra canada
  17. Pingback: levitra
  18. Pingback: vardenafil 10 mg
  19. Pingback: roman viagra cost
  20. Pingback: pala casino online
  21. Pingback: payday advance
  22. Pingback: cash loans
  23. Pingback: viagra for sale
  24. Pingback: real money casinos
  25. Pingback: generic for cialis
  26. Pingback: jamaal
  27. Pingback: cialis 5 mg
  28. Pingback: 20 cialis
  29. Pingback: cialis 5 mg
  30. Pingback: 20 cialis
  31. Pingback: slot machine games

Comments are closed.